Oggi vi annunzio una grande gioia! (Lc 2,10)

Gli Esercizi spirituali sono strumento potentissimo della divina grazia per la riforma universale del mondo ed in particolare porgono un metodo sicuro per ciascuno di farsi santo, gran santo e presto santo.

Ven. P. Pio Bruno Lanteri

ESERCIZI SPIRITUALI SERALI D’AVVENTO
12-13-14 dicembre 2018

Tre modi di vivere la gioia nell’esortazione apostolica di Papa Francesco “Gioite ed esultate”

  • 12/12: La gioia di sapere che ci sono i santi della porta accanto (P. Giovanni Mannini omv)
  • 13/12: La gioia cristiana ed il senso dell’umorismo (P. Giovanni Mannini omv)
  • 14/12 La gioia di custodire nel cuore la Parola e del discernimento (P. Nicola Gregorio omv)
Leggi tutto: Esercizi Spirituali

>

L’Avvento è molto più che preparare una venuta verificatasi secoli fa; è preparare anche una venuta continua, di tutti i giorni. Perché Gesù viene ancora adesso, oggi in ogni momento. Viene attraverso l’Eucaristia, i sacramenti, la comunità cristiana. Viene nel cuore di ogni credente attraverso la preghiera, la lettura della sua Parola, tutte le occasioni nelle quali vogliamo accostarci a lui. E viene attraverso i nostri cari, i conoscenti, gli emarginati, i malati, ecc., gli avvenimenti della nostra vita, tutto quello che facciamo e viviamo, soprattutto attraverso i poveri, nei quali riflette il suo volto con particolare intensità.

Leggi tutto: Avvento: tra le molte attese imparare a vivere l’Attesa

Con il tempo d’Avvento iniziamo quello che viene chiamato “anno liturgico”.

Nella nostra liturgia, il tempo d’Avvento inizia quattro domeniche prima del Natale; questo fa sì che non abbia sempre la stessa lunghezza. Infatti,dal momento che il 25 dicembre non si celebra in un giorno fisso della settimana, se questo per esempio cade di domenica, allora l’Avvento inizia il 27 di novembre ed ha quattro settimane giuste; se invece cade di lunedì, allora la quarta domenica precedente è il 3 di dicembre, e l’Avvento ha solo tre settimane e un giorno. Il tempo d’Avvento può così iniziare tra queste due date, il 27 di novembre e il 3 di dicembre. L’Avvento ha, così, sempre quattro domeniche, che sono quelle che segnano, per la maggior parte dei cristiani, i contenuti principali del tempo. Ogni domenica d’Avvento si centra su un aspetto concreto:

  • Prima domenica: l’attenzione si pone soprattutto sull’ultima venuta di Cristo, alla fine dei tempi, e sul richiamo a rimanere vigilanti.
  • Seconda e terza domenica: il principale protagonista è il precursore Giovanni Battista, che annuncia la venuta del Signore nella nostra vita e ci invita a preparargli la strada.
  • Quarta domenica: i nostri occhi si fissano già appieno nelle feste di Natale che si avvicinano e contempliamo Maria, la Madre di Dio che porta al mondo il figlio suo, come anche Giuseppe, suo sposo. Tutto questo, fattoci vivere soprattutto attraverso il vangelo, è accompagnato da alcune prime letture dell’Antico Testamento particolarmente significative: in esse, infatti, ascoltiamo gli annunci di Isaia e degli altri profeti che ci trasmettono la senso dell’attesa del Messia, l’attesa gioiosa della salvezza che Dio promette, e ci invitano a confidare in lui e a invocarlo che venga a salvarci.
Leggi tutto: Tempo d'Avvento

Non pochi che devono fare tanto ma tanti che fanno quel poco che possono

Non pochi che devono fare tanto ma tanti che fanno quel poco che possono oltre al contributo economico si può aiutare la comunità parrocchiale a vivere e testimoniare quello che Gesù le chiede di vivere e fare nel mondo di oggi. Attraverso una disponibilità, che può essere di tempo o di capacità messe a disposizione. anche per poche ore non importa poco o tanto, l'importante è aiutare.

CATECHESI

  • aiuto-catechisti
  • collaboratori nel settore giovanissimi-giovani
  • catechesi adulti

LITURGIA

  • appartenenza al coro dei bambini, dei giovani o al coro di adulti.
  • suono di strumenti
  • lettori
  • cura e decoro della chiesa

CARITA'

  • collaborazione affinché la solidarietà, e l'aiuto SI manifesti come modalità concreta della comunità, parrocchiale nel vivere il "comandamento dell'amore"
  • questo anche con un particolare sostegno ad iniziative periodiche o a gruppi e persone già in attività, in tale settore.

VITA COMUNITARIA

  • appartenenza e collaborazione in gruppi famiglia
  • collaborazione perché l'oratorio sia sempre più luogo di comunità, e di vita dei singoli e delle famiglie
  • organizzazione gite e pellegrinaggi parrocchiali
  • collaborazione ad iniziative di aggregazione della parrocchia